Stampa

Da “Il Giornale di Treviglio del 22 giugno 2012 A. Palamara”

Da Il Giornale di Treviglio del 22 Giugno 2012 A. Palamara

CHI HA PAURA DEL MOVIMENTO 5 STELLE? TUTTI.
A dir poco vergognosa la trasmissione di Formigli, andata in onda ieri sera, 13 settembre 2012, su LA7, ancora una volta tesa a screditare Grillo e con lui tutto il M5S. Un’altra bordata che si aggiunge a quelle che ormai, da qualche tempo, si registrano quotidianamente. Una trasmissione con filmati confezionati ad arte, con battute di Grillo decontestualizzate e brevissime, chirurgicamente estrapolate dal contesto, le sue espressioni più truci e come non notare le musiche di sottofondo angoscianti, da film horror. Basta confrontare il filmato sul Partito dei Pirati tedesco e quello di Sortino su Grillo per capire. Non sono mancati sondaggi credibili(!) con Monti al 52%(!). Un conduttore a tratti anche visibilmente deluso. Non ha trovato la spalla nemmeno in personaggi come Oscar Giannino o Toscani.  Invitati per alcune recenti, apparentemente non benevoli, esternazioni su Grillo. Con il noto fotografo si è irretito al punto tale da non riuscire a trattenere una reazione talmente rabbiosa, scomposta e così fuori dalle righe per un (serio) conduttore, tale da indurre Toscani a minacciare di andarsene, visto che quest’ultimo non riusciva nemmeno a terminare il suo pensiero, inaspettatamente per Formigli, a favore di Grillo. Toscani non ha più ricevuto la parola, sebbene richiesta e promessa. Mentre Giannino non ha più avuto la parola dopo il suo primo intervento pacato e anche questo, disgraziatamente per il conduttore, teso a far emergere le positività del Comico. Ma Formigli non ha resistito nemmeno a dare sulla voce a Peter Gomez quando, al rientro da una pausa pubblicitaria, quest’ultimo ha invitato il primo a praticare del giornalismo serio, ridimensionando l’attacco smaccatamente eccessivo e così evidente che quella trasmissione stava rappresentando e che, così concertata, stava finendo per delegittimare un intero Movimento di liberi Cittadini che offrono il proprio tempo, energie e denaro nel tentativo di cambiare in meglio un Paese che alla deriva è stato portato da qualcun altro. Ma evidentemente l’intento denigrante era voluto in quanto non un servizio ha riportato che il M5S è entrato nelle amministrazioni locali senza un solo euro di rimborsi elettorali, unico partito a rinunciare a 1.700.000 euro e i cui consiglieri si sono autoridotti i loro stipendi, nonchè eliminato privilegi di ruolo e consulenze esterne pagate profumatamente.
Ma certi trucchi televisivi ormai non reggono più. L’acredine è stata davvero spropositata rispetto alla reale portata dei problemi trattati, come ha fatto notare Peter Gomez. Al punto tale da rendere lapalissiana la mistificazione in atto.
Alla gente “Cum grano salis”, ma soprattutto intellettualmente onesta, non è sfuggito il vero fine di quella trasmissione.
Chi ha paura del MoVimento 5 Stelle? Tutti.
Una vergogna, certo, ma ci vedremo in Parlamento. Sarà un piacere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...