LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI LE GIOCHEREMO CON DEI BARI

ATTENZIONE IMPORTANTISSIMO “LE ELEZIONI LE GIOCHEREMO CON DEI BARI”:
::::::::::DIFFONDETE COME OPERANO QUESTI SIGNORI!!::::::::
Si voterà a breve anche in Lombardia, insieme a Lazio e Molise, e sicuramente questa il volta il boom lo sentiranno anche oltre le alpi. Il 26 ottobre si è consumato l’ultimo atto dell’epoca Formigoni dopo un ventennio di governo indisturbato dall’opposizione del PD-L.
Ma noi giocheremo con dei bari, con giocatori di poker che hanno in mano sette carte!

Infatti l’ultimo atto di questo consiglio regionale (illegittimo e il più indagato della storia d’Italia) è stato l’approvazione della legge elettorale, la legge 17/2012, 75 Si e 1 NO.
Nell’articolo 16 è sancita la deroga alla legge nazionale del 17 febbraio 1968, n. 108 che impone la raccolta delle firme degli elettori per la presentazione delle liste. 
I partiti presenti e votanti in consiglio regionale quindi, a seguito delle note vicende relative alle firme del listino di Formigoni, che hanno pensato? Di impegnarsi ad una scrupolosità e rispetto delle leggi? 
Certo che no, si auto assolvono dal compito sancendo che i gruppi politici già presenti in Consiglio, non devono raccogliere le firme; tutti gli altri sì. 
La maschera è caduta nella fretta di preservare il loro potere, sono unanimemente pronti a calpestare anche le più elementari regole della democrazia: la garanzia di ugual trattamento di fronte alla legge.
Peccato per loro che questa volta l’hanno fatta proprio grossa contravvenendo, non solo al buon senso, ma persino agli impegni internazionali sottoscritti dal nostro paese.
A riprova riportiamo l’accordo siglato in sede OSCE:
Document of the Copenhagen Meeting of the Conference on the Human Dimension of the CSCE (1990), paragraph (7.6)
— “respect the right of individuals and groups to establish, in full freedom, their own political parties or other political organizations and provide such political parties and organizations with the necessary legal guarantees to enable them to compete with each other on a basis of equal treatment before the law and by the authorities;”
Uguale trattamento di fronte alla legge! 
La legge è uguale per tutti! PD – PDL – Lega – SEL – IDV – UDC non la pensano così: adesso sta ai Cittadini informati far pagare a questa gente il prezzo della protervia e dell’arroganza di questa banda di partitocrati !!

Il Movimento 5 stelle si impegna a ricorrere a tutti i mezzi legali disponibili affinché venga ristabilita la parità di trattamento tra tutte le forze politiche che concorreranno al voto regionale.

La NOSTRA parola d’ordine sarà rinnovamento, rinnovamento di una classe politica ormai incrostata che ha bisogno di una scrollata forte, con l’ingresso di nuova linfa vitale, cittadini semplici ma pronti ad amministrare la cosa pubblica con il buon senso di un padre di famiglia. E’ QUESTO CHE TEMONO!
Il Cittadino 5 stelle che entra in regione Lombardia come consigliere sarà un portavoce, il terminale di una rete, e se fino ad ora puntavamo ad aprire una piccola falla in questo sistema chiuso e autoreferenziale, questa volta puntiamo ad aprire una voragine per drenare tutte le incrostazioni.
FATEVI DEL BENE, CONDIVIDETE QUESTA NOTIZIA!

ECCO LA PARTE DELL’INTERROGAZIONE DELLA LISTA ‘CONBARIANO’ OGGETTO DELLA NOSTRA LETTERA PUBBLICATA OGGI, 26.10.12, SUL ‘GIORNALE DI TREVIGLIO’.

ECCO LA PARTE DELL'INTERROGAZIONE DELLA LISTA 'CONBARIANO' OGGETTO DELLA NOSTRA LETTERA PUBBLICATA OGGI, 26.10.12, SUL 'GIORNALE DI TREVIGLIO'.

Obbligare per Legge la rilevazione di Cromo esavalente in tutte le reti idriche

FACCIAMO CHE DIVENGA UNA PROPOSTA DI LEGGE PER TUTTE LE ACQUE (ACQUEDOTTI  E   IN BOTTIGLIA) 

VOTATE QUI

In una sempre più larga fascia di territorio che va dal Piemonte, Bassa Lombardia, fino al Veneto, vi sono stati sversamenti illeciti di particolati non depurati contenenti Cromo esavalente. Tale sostanza accertata come cancerogena, mutagena e teratogena ha contaminato la rete idrica di un impressionante numero di popolazioni. In Italia la legislazione sui limiti di Cromo esavalente è contradditoria prevede: – 5 microgrammi/Litro di Cromo esavalente per le acque di falda, ossia ove l’acquedotto attinge (DLgs 152/99 e DLgs 152/2006,parte III, All.I,Tab.2) – Fino a 50 microgrammi/Litro di Cromo totale per l’acqua del rubinetto (DLgs 31/2001. Non ha previsto un limite specifico per il Cromo VI, semplicemente perché il suo livello nell’acqua potabile dovrebbe essere zero.) Quest’ultimo è il parametro che ingenera confusione, e spesso viene utilizzato da Enti deputati al controllo. Ma è noto che il valore del Cromo Totale non è nient’altro che la somma di tutte le forme ioniche in cui il Cromo Esavalente si scompone in acqua! Cioè il Cromo Totale corrisponde alla quantità di Cromo Esavalente in esso presente. Per cui si sta pericolosamente estendendo il limite del Cromo totale anche al Cromo esavalente, ciò significa alzare alla soglia di 50 microgrammi/Litro una sostanza dichiarata pericolosissima, cancerogena e innalzando, di conseguenza, il rischio potenziale di diffusione delle note patologie tumorali legate all’assunzione di Cromo esavalente. Alla luce di tutto ciò, come possono il Gestore della rete e le Autorità Sanitarie, continuare a basarsi sul limite del Cromo Totale senza adottare criteri precauzionali che salvaguardino la Cittadinanza? OBBLIGHIAMO i GESTORI E LE AUTORITA’ SANITARIE A RILEVARE ANCHE IL CROMO ESAVALENTE Evitando di nasconderlo, come oggi accade, sotto la DICITURA MENO ALLARMANTE DEL CROMO TOTALE!

Incontro FORMAZIONE SU “RIFIUTI ZERO”-Esperti spiegheranno COME abbatterne i costi e RICICLARE TUTTO!

Il video riporta alcuni esperti del settore che contatteremo in futuro.

MERCOLEDI’ 17 OTTOBRE, ORE 21 – Importante Incontro con esperti del Meetup di Bergamo, un momento utile per saperne di più e accrescere il nostro sapere in argomento.

LE POLITICHE DA ATTUARE, IL MODELLO DI VEDELAGO (TV), L’INUTILE, NOCIVA E INGENTE SPESA DEGLI INCENERITORI o TERMOVALORIZZATORI, come amano definirli i propri sostenitori…

SI TERRA’ PRESSO L’ARCI “FUORIROTTA” Fraz.Battaglie (omonima via Fraz.Battaglie 8) di fianco alla Chiesetta in fronte allo Stabilimento della “BIANCHI”, visibili entrambi (sulla sinistra) dalla strada che da Treviglio (Via Bergamo) porta ad Arcene.
VI ASPETTIAMO SARA’ UN PIACERE CONOSCERVI.

FATEVI DEL BENE: SCARICATE IL VOLANTINO E DIFFONDETELO

CI VEDIAMO SABATO 13 Ottobre a TREVIGLIO, Via Sangalli, nei pressi del Mercato, saremo felici di incontrarvi e darvi ulteriori dettagli al nostro Gazebo.
Scaricate qui il VOLANTINO
Attenzione all’acqua c.d. “potabile”! Nella Bassa Bergamasca, è stato sversato in varie zone, illecitamente, Cromo esavalente. Una sostanza chimica che non esiste in natura, altamente pericolosa, cancerogena.
Inoltreremo istanze alle Amministrazioni comunali sul territorio chiedendo di eseguire PROPRIE analisi specifiche tese a rilevare l’esatta concentrazione di Cr6.

ATTENZIONE: non quello “Totale” che, se anche sappiamo essere costituito da ioni di Cromo esavalente al 90%, il suo limite sotto l’etichetta di “Cromo Totale” diviene scandalosamente, per legge, 50 microgrammi/litro!
Ma il Dlgs 31/2001 non ha previsto un limite per il Cr6, semplicemente perchè il suo livello nell’acqua potabile dovrebbe essere ZERO! Come previsto, infatti, anche in Europa!
Il Testo Unico in materia ambientale, il Dlgs 152/06, dichiara la matrice acqua con Cr6 oltre i 5 microgrammi/litro “CONTAMINATA”!
Infatti in falda il CR6 non può superare i 5 microgrammi/litro (Decreto Legge 152/99 pag.47).
Come possono il Gestore della rete, le Autorità sanitarie, nonostante questa consapevolezza, continuare a basarsi sul limite del Cromo Totale senza adottare un criterio precauzionale?

Una RETE al servizio dei Cittadini della Bassa

Logorizz M5S
Questo sito ha lo scopo di creare una RETE fra tutti i gruppi del MoVimento
5 Stelle che esistono, o si creeranno, nei 44 comuni della BASSA BERGAMASCA. L’intento è di condividere le problematiche, le soluzioni, le iniziative che vedranno protagonista quest’area della provincia di Bergamo.
Lavoriamo prevalentemente in sinergia con il gruppo del M5S di Bergamo,
ma collaboriamo e condividiamo informazioni, esperienze con tutti i gruppi del MoVimento nazionali. Ecco quei Comuni:

Bassa Bergamasca Occidentale Arcene · Arzago d’Adda · Bariano · Boltiere · Brignano Gera d’Adda · Calvenzano · Canonica d’Adda · Caravaggio · Casirate d’Adda · Castel Rozzone · Ciserano · Cologno al Serio ·Fara Gera d’Adda · Fornovo San Giovanni · Lurano · Misano di Gera d’Adda · Morengo · Mozzanica · Osio Sopra · Osio Sotto · Pagazzano · Pognano · Pontirolo Nuovo · Spirano ·Treviglio · Urgnano · Verdellino · Verdello
Bassa Bergamasca Orientale Antegnate · Barbata · Calcio · Cividate al Piano · Cortenuova · Covo · Fara Olivana con Sola · Fontanella · Ghisalba · Isso · Martinengo · Mornico al Serio · Palosco · Pumenengo ·Romano di Lombardia · Torre Pallavicina


Siamo tutti Cittadini stanchi di delegare male, di non essere coinvolti  nelle 
decisioni, non informati, dimenticati da chi abbiamo eletto, che decide in autonomia. Non perseguiamo obiettivi di carriera politica. Siamo cittadini, punto e basta.
Il MoVimento 5 
Stelle non è un partito politico come lo si è inteso fino ad oggi, né intende diventarlo in futuro. Non ideologie, di sinistra o destra, ma idee. RIFIUTA OGNI FORMA ISTITUZIONALIZZATA DI FINANZIAMENTI PUBBLICI E RESTA L’UNICO AD AVER RINUNCIATO A 1.700.000 euro DI RIMBORSI ELETTORALI PER LE ELEZIONI REGIONALI. LO STESSO FARA’ ALLE POLITICHE.
Vogliamo
 partecipare direttamente alle scelte riguardanti il nostro territorio, contribuendo alla realizzazione di progetti validi e, soprattutto, a favore di noi Cittadini. E’ giunto il momento di prendere in mano il nostro futurodi ottenere maggior considerazione,informazione e coinvolgimento nelle decisioni che impattano sulla “Cosa pubblica” e la gestione dei nostri soldi.

La Rivoluzione Culturale del MoVimento 5 Stelle

Riteniamo pretestuosa e sterile la polemica di questi giorni a seguito dello sfogo decontestualizzato di Favia, consigliere regionale del M5S Emilia-Romagna, e relative alla presunta mancanza di democrazia all’interno del nostro MoVimento. Quelle dichiarazioni sono di quattro mesi fa: questo tempo per il Movimento 5 Stelle – Bergamo ha fatto la differenza. Quella che allora era una speranza oggi sta diventando una certezza a livello regionale e una possibilità condivisa da tutti a livello nazionale. 

Il gruppo di Bergamo è attivo ormai da tempo per contribuire allo sforzo che tutto il MoVimento 5 stelle sta facendo per adottare procedure e modelli organizzativi caratterizzati da democrazia reale, partecipativa e deliberativa.

Per questo il M5S di Bergamo ha tradotto, testato ed adottato nel nostro gruppo Liquid Feedback, una piattaforma decisionale che permette l’applicazione effettiva dei principi fondanti del MoVimento espressi dalla formula ‘uno vale uno’: ogni opinione, idea, e voto ha diritto a essere ascoltata, discussa, e rispettata. 

Da qualche mese stiamo presentando Liquid Feedback agli altri gruppi italiani: riteniamo infatti che possa permettere, in questo Paese, la creazione di processi decisionali davvero democratici, orizzontali, efficienti, e inclusivi a livello non solo locale ma anche regionale e nazionale.

Un paio di settimane fa Liquid Feedback è stato adottato dal MoVimento siciliano (che lo sta utilizzando per costruire dal basso il proprio programma elettorale), e tra poco lo sarà da quello pugliese. Molti altri gruppi d’Italia lo stanno valutando, fra cui quelli di Milano, Brescia, Monza, Como, Lecco, Biella, Venezia, Cosenza, Modena, Roma, Rimini. 

Stiamo infatti acquistando un altro server che possa sopportare tutte le richieste che stiamo ricevendo.

Il M5S – Bergamo invita tutti i cittadini a informarsi, a partecipare, e a contribuire alla nostra rivoluzione culturale: contattateci tramite www.bergamo5stelle.com.

P.S.:
Il M5S-BERGAMO RICORDA:
Stiamo proponendo/promuovendo uno strumento che potrebbe essere utile a tutti i MU e che permette di prendere decisioni, in modo democratico, all’interno dei gruppi locali del MoVimento;

Stiamo proponendo/promuovendo uno strumento che si affianca ed è complementare agli altri strumenti utilizzati dal MoVimento;

non stiamo proponendo/promuovendo una alternativa al portale del MoVimento.